Archivio | Sicurezza RSS feed for this section

Proseguono i controlli sulle attività commerciali da parte della Polizia Municipale

17 Mar

Le ispezioni vengono effettuate in tutti gli esercizi alimentari della città per la tutela dei consumatori

Il Servizio Polizia Municipale del Comune di Quarrata stà proseguendo i controlli in tutti gli esercizi commerciali alimentari della città, per verificare la scadenza, la salubrità e la tracciabilità dei prodotti in vendita oltre alla idoneità sanitaria dei locali in cui gli stessi prodotti vengono conservati, in modo da garantire la massima tutela dei cittadini – consumatori.

I controlli, che nascono dalla necessità di tutelare la salute pubblica, vengono effettuati con l’ausilio di Davide Pacini, Ispettore della Camera di Commercio di Pistoia con la quale è stato siglato un apposito protocollo di intesa nel 2009, finalizzato proprio all’effettuazione di servizi congiunti in ambito commerciale. A seguito di ogni intervento, l’agente incaricato, che potrà essere accompagnato quindi da un ispettore della CCIAA, redigerà il relativo verbale e, in caso di accertamento di irregolarità, contesterà la relativa sanzione.

L’attività di controllo svolta dalla Polizia Municipale non ha per oggetto i soli esercizi commerciali ma viene effettuata anche in occasione del consueto mercato settimanale, dove, anche grazie alla collaborazione degli ambulanti, vengono applicate tutte le norme igienico- sanitarie e l’esposizione dei prezzi sulla merce in vendita.

Vista la notevole entità delle sanzioni previste, si invitano tutti gli esercenti interessati al rigoroso rispetto delle norme che regolano la materia.

Annunci

Il 16 febbraio il primo appuntamento di “Non ho paura”, il percorso di prevenzione e tutela della violenza di genere”

15 Feb

Sono molte, come ci si aspettava, le iscrizioni per partecipare a “Non ho paura” il percorso di formazione sulla violenza di genere, che prenderà il via domani 16 febbraio, organizzato dal Comune di Quarrata in collaborazione con i comuni di Agliana e Montale, la Provincia di Pistoia, la Questura di Pistoia, Aiutodonna e Centro antiviolenza “Liberetutte”.

A oggi sono pervenute un totale di 77 iscrizioni. Colpisce, in positivo, la disomogeneità delle partecipanti sia per l’età, si va infatti dai 19 ai 60 anni, che per professione, ci sono laureate, casalinghe, studentesse, segno che questa iniziativa ha saputo cogliere un bisogno sentito e generalizzato nella popolazione femminile. E’ molto significativo anche il dato relativo alla provenienza delle iscrizioni. Se su 77 iscritte, 67 provengono da Quarrata, Agliana, Montale e Pistoia, le restanti 10 sono donne residenti a Serravalle, Montemurlo e Prato che, grazie anche al passaparola, hanno avuto l’opportunità di partecipare a questo percorso che vuole analizzare il fenomeno della violenza di genere sotto una molteplicità di punti di vista.

Il ciclo di appuntamenti, che proseguirà fino a giovedì 22 marzo, inizierà domani sera con un primo incontro teorico che vedrà gli interventi di Letizia Ricci, psicologa, sul tema “Le emozioni, i vissuti ed i rischi delle vittime” e dell’avvocato Francesca Barontini su “La violenza di genere dal punto di vista delle normative”. Tutti gli incontri si svolgeranno presso il Polo Tecnologico “Libero Grassi” con inizio alle ore 21.00. Il percorso formativo si concluderà poi il 30 marzo a Villa La Magia dove, sempre alle 21.00, si svolgerà una serata di festa per la consegna degli attestati di partecipazione.

L’Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Quarrata, Martina Nannini ha dichiarato “Siamo entusiaste delle tante risposte di adesione a questo percorso, che ci permetterà di conoscere e contrastare ogni forma esplicita o implicita di violenza, adoperandoci tutte insieme per creare una coscienza collettiva responsabile, per la rimozione di tutto ciò che ostacola l’autonomia e la libertà femminile”.

Divieto di abbruciamento dei residui vegetali all’aperto: modificata l’ordinanza 156/2011 in accoglimento delle richieste di agricoltori, associazioni e cittadini

6 Feb

Nelle zone pedecollinari e collinari sarà permesso bruciare le potature di olivi, anche se in piccole quantità e in condizioni meteo che agevolino la dispersione dei fumi

Anche il Comune di Quarrata ha accolto le richieste di agricoltori, associazioni degli agricoltori e cittadini che chiedevano nuove regole rispetto all’ordinanza di divieto di accensione dei fuochi all’aperto per lo smaltimento dei residui vegetali. Infatti, per non penalizzare la categoria degli agricoltori è stata firmata questa mattina dal Sindaco Sabrina Sergio Gori un’ordinanza che modifica parte del provvedimento precedentemente adottato lo scorso dicembre.

Permane il divieto di accensione dei fuochi all’aperto fino al 31 marzo, ma vengono disposte alcune eccezioni nei casi in cui l’abbruciamento riguardi i residui di potature di olivi nelle zone pedecollinari e collinari.

Tuttavia, dal momento che bruciare legno e foglie di potature contribuisce in maniera rilavante all’inquinamento da polveri sottili, tali roghi devono avvenire solo per piccole quantità di potature ed esclusivamente nei giorni in cui le condizioni meteorologiche favoriscano la dispersione del fumo.

 “Le ordinanze firmate dai Sindaci dei comuni della Piana Pistoiese discendono da un protocollo di intesa, siglato lo scorso anno dagli Assessori all’Ambiente, attraverso il quale si sono individuate una serie di iniziative comuni per tentare di combattere il pericoloso fenomeno dell’inquinamento” ha dichiarato il Sindaco Sabrina Sergio Gori. “Ogni azione di contrasto all’inquinamento è positiva, ma non per questo si devono penalizzare gravemente i cittadini che curano per proprio conto i campi. Si è resa necessaria quindi una ulteriore ordinanza, per precisare questo aspetto rilevante nella vita dei tanti che abitano le nostre belle colline.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: