Tag Archives: Italia

Il Sindaco ricorda i caduti

2 Nov

Domenica 6 novembre una messa e la deposizione di corone d’alloro in occasione della festività del 4 novembre giorno in cui si celebra la giornata dell’Unità Nazionale e del Ricordo dei Caduti e la Festa delle Forze Armate.

Il 4 novembre, giorno in cui nel 1918 avvenne la firma dell’armistizio a Villa Giusti che sancì la capitolazione dell’esercito austriaco a seguito delle vittorie italiane sul Piave e nella battaglia campale di Vittorio Veneto, fu scelto già dal 1922 come “giorno della memoria” per  celebrare la vittoria dell’Italia e ricordare il sacrificio di chi perse la vita durante il sanguinoso conflitto da poco terminato. Dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale il 4 novembre divenne l’occasione in cui le Forze Armate dichiaravano la loro fedeltà alla Repubblica e così, a partire dal ’49, questo giorno divenne anche “Festa delle Forze armate”, ritenute quali vere depositarie dei valori della concordia e dell’unità.


Domenica 6 novembre si terranno alcune iniziative per celebrare il Ricordo dei Caduti nella Prima Guerra Mondiale e la Festa delle Forze Armate. Come avviene ormai da anni l’Amministrazione ha scelto di spostare le celebrazioni della festa del 4 novembre alla domenica più vicina a tale data in modo da favorire la massima partecipazione da parte dei cittadini. Questo anno le iniziative in Ricordo dei Caduti e per la Festa delle Forze Armate si terranno domenica 6 novembre quando, dopo la celebrazione alle ore 10.00 di una Santa Messa alle alla Parrocchia di S. Maria Assunta, il Sindaco deporrà due corone di alloro: una, alle ore 11.15, presso il monumento ai Caduti di Via Vittorio Veneto e l’altra, alle ore 12.15, presso il Parco della Rimembranza di Tizzana, in via San Michele.

“Invito tutta la cittadinanza a partecipare a questa celebrazione importante per rafforzare la nostra unità nazionale ricordando tutte quelle persone che hanno perso la vita combattendo in difesa dei valori della libertà e della democrazia per la nostra patria e dando un necessario e giusto riconoscimento nei confronti di coloro che oggi indossano con impegno e responsabilità un’uniforme. – sottolinea il Sindaco Sabrina Sergio Gori – Vorrei dedicare questa giornata ai nostri soldati impegnati nelle missioni di pace che da anni lavorano con impegno e determinazione per portare nel mondo maggiore libertà e uguaglianza. Un pensiero particolare va a tutti coloro che, come il caporal maggiore David Tobini morto tragicamente lo scorso luglio in Afghanistan, per questi ideali hanno perso la vita dando a tutti noi una testimonianza di amore verso gli alti ideali democratici della Costituzione. ”

Annunci

Centinaia di presenze alle iniziative per l’Unità d’Italia

18 Mar

Si sono svolte anche a Quarrata le iniziative in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

Dopo l’intitolazione della piazza Bronte a Olmi, in occasione del passaggio della Carovana antimafia da Quarrata, si è svolto mercoledì sera il Concerto della filarmonica “G. Verdi” per la Notte tricolore, che ha visto il teatro Nazionale al completo, con la partecipazione di diversi rappresentanti di tutti i gruppi consiliari. Ai partecipanti sono state distribuite le spille con il nastro tricolore e il testo dell’inno nazionale, eseguito in apertura e chiusura di serata dalla filarmonica, durante il quale tutto il teatro si è alzato in piedi intonando il canto di Goffredo Mameli.

Ieri mattina invece, giorno della Festa Nazionale, è stato il momento dell’alzabandiera in piazza Risorgimento, a cui ha preso parte oltre al sindaco Sabrina Sergio Gori e a diversi consiglieri anche il Comandante della Polizia Municipale Oliviero Billi, il Comandante della stazione dei Carabinieri di Quarrata Salvatore Maricchiolo, un rappresentante della Caserma Marini di Pistoia, alcuni rappresentanti del corpo militare della Croce Rossa, l’Associazione Carabinieri in congedo, il gruppo Alpini di Quarrata, i gruppi degli ex combattenti e reduci del territorio e i rappresentanti delle tante associazioni di Quarrata.

Alla cerimonia hanno preso parte anche centinaia di cittadini, che si sono uniti al corteo guidato dai rappresentanti delle istituzioni, dai musicisti giovani e meno giovani della filarmonica e dalle bandiere tricolori degli alpini. Il corteo si è mosso in direzione del monumento ai caduti di Via Vittorio Veneto, di fronte al palazzo comunale, per il doveroso omaggio ai nostri caduti, con l’esecuzione dell’inno nazionale e di diversi brani da parte della filarmonica.

“Quarrata si è unita al resto d’Italia in celebrazioni senza retorica e molto partecipate – ha dichiarato il sindaco Sabrina Sergio Gori – Un grazie sincero a tutti quelli che hanno reso queste manifestazioni così degne di essere ricordate. E’ stato commovente sentire intonare da parte di tutti l’inno nazionale, in una risposta corale di amore per l’Italia.”

Alessandra Migliorini, VicePresidente del Consiglio comunale presente alla cerimonia ha dichiarato “La nostra città ha risposto con entusiasmo alle celebrazioni di questo 150° anniversario. Il Consiglio comunale, che ho avuto l’onore di rappresentare, è fiero di questa risposta corale.”

Buon compleanno Italia!

15 Mar

L’Italia, a mio avviso, deve essere nel mondo portatrice di pace: si svuotino gli arsenali di guerra, sorgente di morte, si colmino i granai, sorgente di vita per milioni di creature umane che lottano contro la fame. Il nostro popolo generoso si è sempre sentito fratello a tutti i popoli della terra.
Questa la strada, la strada della pace che noi dobbiamo seguire.

Dal giuramento e messaggio del Presidente della Repubblica Sandro Pertini (Seduta comune di Camera e Senato del 9 luglio 1978)

Con questa occasione molti hanno riaperto il libri di storia sui quali è tracciato il cammino difficile dagli anni dal Risorgimento all’Unità, costato davvero sangue al nostro popolo per arrivare a diventare Nazione.

Dobbiamo essere orgogliosi del nostro essere italiani e di appartenere a una terra amata in tutto il mondo per le proprie bellezze e per l’arte. Pensiamo alla maestosità delle Dolomiti, rosee e svettanti, al turchese del mare del sud, alle imbiancate spiagge salentine, alla dolcezza delle colline toscane: tutta l’Italia commuove di bellezza. E’ l’arte che in Roma ha trovato la sua culla per poi esplodere dovunque.

Gli anni stessi del Risorgimento e quelli che seguirono furono particolarmente fertili nelle arti. Nella musica risuonano le note di Giuseppe Verdi, in tutta la loro forza rivoluzionaria, e quanti scrittori da Giovanni Verga a Giovanni Pascoli tradussero in arte lo spirito del proprio tempo di mutamenti, e quanto poi la letteratura si è interessata a questo periodo nei suoi entusiasmi e nelle sue lotte. Ricordiamo “Il gattopardo” che diventò poi il film di Visconti che tutto il mondo ha visto ed apprezzato e dello stesso regista “Senso”.

Quanta arte appartiene al nostro popolo, un popolo che non si arrende. Un popolo oggi fatto anche di pelle di diversi colori, un popolo che sa accogliere per camminare insieme.

“Il mio orgoglio di essere italiana è per la nostra Costituzione scritta con il sangue di chi ha combattuto per la nostra libertà – ha dichiarato il sindaco Sabrina Sergio Gori – e per i tanti eroi di ogni giorno, come Falcone, Borsellino e per tutti coloro che sono morti per la giustizia.

Sono orgogliosa dell’Italia che non si arrende, che è capace di alzare la testa  per incamminarsi verso un domani migliore. Rendiamo migliore il nostro Paese: lo dobbiamo a chi è venuto prima di noi, ma soprattutto a coloro che verranno.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: