Tag Archives: rifiuti

Entro gennaio, al mercato del sabato verranno distribuite comode borse in tessuto al posto delle consuete borse di plastica

6 Gen

L’iniziativa realizzata dal Comune di Quarrata insieme agli operatori del mercato e alla Cooperativa Integra, sarà presentata ai cittadini durante il mercato straordinario di domenica 8 gennaio.

Domenica 8 gennaio, nel mercato straordinario che si svolgerà in piazza Risorgimento, sarà presente uno spazio dedicato alla Cooperativa Integra dove verrà illustrato il nuovo progetto che prenderà il via la prossima settimana, e realizzato in collaborazione con il Comune di Quarrata e gli operatori del mercato.
Da gennaio infatti, al posto delle borse di plastica, fra i banchi del mercato settimanale verranno distribuite borse di stoffa realizzate da Integra con materiali di scarto.
Si tratta di una scelta dettata dall’esigenza di ridurre la quantità di rifiuti prodotti. Per questo motivo l’iniziativa durerà nel tempo, per raggiungere il risultato della completa sostituzione delle borse di plastica usa e getta con quelle di stoffa: un semplice cambio di abitudine per dare una mano all’ambiente. Per aiutare i cittadini a scegliere questo nuovo “compagno di spesa”, le sporte verranno proposte ad un prezzo decisamente scontato per coprire solo il costo di produzione.
La cooperativa Integra, che produrrà le borse, è una realtà quarratina che da anni ormai realizza opere di ricamo e cucito utilizzando scarti di produzione ceduti dalle imprese del territorio, ed è nata per aiutare donne che vivono gravi situazioni di marginalità sociale ed economica, a raggiungere l’inserimento lavorativo e la loro piena integrazione nella società.

“Molti degli scarti lasciati abitualmente nelle piazze dopo un giorno di mercato sono involucri di plastica. Ritrovare una piazza pulita dopo un giorno di mercato: questo è quello che idealmente vorremmo raggiungere. Riuscire a realizzare un traguardo del genere permetterebbe di avere un miglioramento della nostra qualità di vita e anche notevoli risparmi sulla spesa pubblica. La nostra iniziativa vuole essere il primo passo di un progetto di più ampio respiro che, anche grazie alla sensibilizzazione e all’educazione al rispetto dell’ambiente, permetta di indirizzarci, con semplici gesti, a vivere meglio” ha dichiarato l’Assessore alla Attività Produttive Giovanni Dalì. “Nel fare questo abbiamo scelto di coinvolgere direttamente la rete sociale della nostra città perché le tante associazioni di Quarrata rappresentano una vera ricchezza per garantire lo sviluppo e il benessere delle nostre comunità.”

Annunci

Da novembre prenderà il via il servizio di raccolta rifiuti porta a porta anche per plastica, alluminio e tetrapack

28 Ott

A poco più di un anno dall’entrata in funzione del porta a porta per la carta e cartone, un’ulteriore passo avanti nella gestione differenziata dei rifiuti

Nel mese di novembre inizierà anche per il comune di Quarrata la raccolta porta a porta di plastica, alluminio e tetrapak, detti comunemente multimateriale leggero. Dopo gli incontri informativi organizzati sul territorio nelle ultime settimane, in questi giorni gli addetti del CIS stanno consegnando nelle case i sacchi blu per la raccolta e vari opuscoli informativi sulle modalità del servizio.

Il nostro Comune già da anni sta compiendo un’importante campagna di sensibilizzazione dei cittadini verso l’ambiente perché differenziando i rifiuti e riciclandoli sono possibili notevoli risparmi di energia e di materie prime, un minor inquinamento, e quindi un decisivo miglioramento della nostra qualità di vita. Da qui la decisione di potenziare il servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti.

La modalità del porta a porta è senza alcun dubbio la più comoda anche per i cittadini che avranno come compito solo quello di esporre fuori dalla porta della propria casa i rifiuti volta volta richiesti. La frequenza con cui avverranno i ritiri, una volta a settimana sia per carta che per il multimateriale, è tale da evitare un eccessivo accumulo di materiali nelle residenze.

Le zone di riferimento per la raccolta rimangono le stesse tre decise per il porta a porta della carta:

– per la zona A (Quarrata centro e Buriano), dove la raccolta di carta e cartone avviene il lunedì, il ritiro di plastica alluminio e tetrapak è fissato al mercoledì (primo ritiro fissato per mercoledì 30 novembre);

– per la zona B (Santonuovo, Forrottoli, Montemagno, Lucciano, Montorio, Valenzatico parte sud del torrente Stella), dove la raccolta di carta e cartone avviene il mercoledì, il giorno di ritiro del multimateriale è il venerdì (primo ritiro venerdì 2 dicembre);

– Mentre per la zona C (Valenzatico parte nord del torrente Stella, Barba, Ferruccia, Vignole, Olmi, Caserana, Casini, Catena, Tizzana), dove la carta e cartone viene ritirata il venerdì, il multimateriale verrà ritirato di lunedì (primo ritiro lunedì 28  novembre).

Attenzione agli orari in cui i rifiuti si dovranno trovare fuori dalle abitazioni: mentre carta e cartone devono essere messi fuori per le 19.00, alluminio plastica e tetrapak dovranno trovarsi all’esterno entro le ore 8.30 del giorno di ritiro.

Per effettuare al meglio la raccolta del multimateriale è sufficiente ricordarsi alcune semplici regole di base: SI a bottiglie e flaconi in plastica, lattine, vaschette di alluminio e di plastica per alimenti, scatolette metalliche, sacchetti della spesa, pellicole di plastica, imballaggi in tetrapak, bombolette esaurite per l’igiene personale e della casa. NO imballi sporchi, barattoli con contenuti tossici e infiammabili, stoviglie usa e getta, grucce, elettrodomestici, giocattoli, video e musicassette, articoli per l’edilizia, borse e zainetti, bidoni e cestini porta rifiuti.

Per la raccolta del vetro verranno sostituite (e incrementate) le campane già posizionate lungo le nostre strade. La decisione di tenere separato il vetro dagli altri imballaggi è stata presa in linea con le indicazioni dell’Autorita di Ambito, per facilitare e migliorare il riutilizzo e il riciclo dei materiali. A tale proposito si ricorda che le campane possono accogliere solo bottiglie, barattoli, bicchieri e contenitori in vetro privati del tappo. Non devono essere depositati specchi, cristalli, ceramica, porcellana, lampadine e tubi a neon.

Il Comune di Quarrata ha deciso di non procedere all’aumento dell’addizionale sull’energia elettrica

25 Giu

La possibilità, concessa a tutti i comuni da una recente conversione del Decreto legge 225/2010 non verrà presa in considerazione dall’Amministrazione per non gravare ulteriormente sui cittadini

In un periodo così caldo per la stagione politica nazionale, in cui da più parti della maggioranza si stanno levando scudi sulla necessità di alleggerire la pressione fiscale sulle famiglie sempre più provate da questa lunga crisi economica, è stato recentemente convertito un Decreto Legge che inizialmente permetteva ai comuni della regione Campania in piena emergenza rifiuti di aumentare l’addizionale comunale all’accisa sull’energia elettrica. L’aumento, da applicarsi ai soli consumi familiari e possibile fino al doppio di quanto previsto dalla legge, sarebbe servito per la copertura dei costi del servizio smaltimento rifiuti.

Durante la conversione però il Decreto Legge è stato modificato, autorizzando così non solo i comuni campani in emergenza rifiuti, ma tutti i comuni italiani a aumentare le accise sull’energia elettrica per la copertura integrale di tutti i costi, diretti e indiretti, dell’intero ciclo di gestione dei rifiuti anche in assenza di una dichiarazione dello stato di emergenza.

Il Comune di Quarrata tiene a precisare che ha già deliberato l’approvazione della Tariffa di Igiene Urbana per l’anno 2011 e che con l’applicazione di aumento medio dell’8% della tariffazione è stata garantita l’integrale copertura dei costi per la gestione del servizio, anche per quanto riguarda la raccolta porta a porta degli ulteriori materiali prevista. Per questo motivo l’Amministrazione non intende procedere nel modo più assoluto all’aumento delle accise comunali, mettendo in atto un provvedimento legislativo che colpisce solo ed esclusivamente le famiglie.

Questa la dichiarazione a tale proposito dell’Assessore alla Programmazione Finanziaria e Finanziamenti, Antonella Giovanetti: Non è mai stata intenzione dell’Amministrazione “mettere le mani nelle tasche dei cittadini” e ogniqualvolta si è dovuto procedere ad un aumento, sia delle tariffe che dei tributi, lo si è fatto a causa dei tagli dei trasferimenti decisi dal Governo. Governo che parla di federalismo e di riforma della tassazione ma che, di fatto, adotta provvedimenti che niente hanno a che fare con tali questioni. Per quanto riguarda il federalismo, si pensi  che attualmente ancora nessuna imposta è attribuita alla completa autonomia degli enti (l’IMU forse arriverà nel 2014), mentre relativamente alla detassazione si parla di riduzione delle aliquote IRPEF con contemporaneo aumento di quelle IVA per mantenere inalterato il gettito, senza tenere conto che questa seconda imposta colpisce i consumatori finali in modo cieco,senza alcun legame con la loro capacità contributiva, incidendo, in termini sociali, maggiormente sui più deboli, i soggetti con redditi più bassi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: