Ville e Giardini Medicei nel patrimonio mondiale dell’U.N.E.SCO.

21 Set

Sono passati quattro mesi dalla firma del protocollo di intesa sottoscritto da  questo Comune, la Regione Toscana, gli altri nove comuni interessati, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, le Province di Firenze, Lucca, Prato e Pistoia con cui venne concordato un impegno a coordinarsi e a collaborare  e che ha portato alla predisposizione del Piano di Gestione, strumento necessario per la promozione culturale, la riqualificazione paesaggistica e la valorizzazione ad ampio raggio dei territori di riferimento delle aree candidate al riconoscimento delle Ville e Giardini Medicei nel patrimonio mondiale dell’U.N.E.SCO.

Ieri, a Villa La Magia, è stata segnata una nuova tappa di questo percorso complesso ed articolato: Quarrata ha accolto M.me Monique Mosser, esperta internazionale di giardini storici, membro di ICOMOS (Consiglio Internazionale dei Monumenti e Siti) di Parigi, l’Architetto Francesca Riccio, rappresentante dell’Ufficio Patrimonio Mondiale UNESCO del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Professoressa Paola Falini dell’Università La Sapienza di Roma,  gli Architetti Massimo Gregorini e Enrica Buccioni del Settore Valorizzazione Patrimonio Culturale della Regione Toscana, la Professoressa Lucia Veronesi della Direzione Regionale Soprintendenza per i Beni Architettonici della Regione Toscana. La delegazione è stata accolta dal Sindaco di Quarrata –Marco Mazzanti- e dall’assessore alla Cultura della Provincia di Pistoia, Lia Martini.

Tutto il gruppo dei tecnici ed esperti del Comune di Quarrata, che seguono il restauro della Villa e tutte le varie attività,  hanno illustrato alla delegazione gli interventi realizzati e tutti gli eventi che si tengono in questa prestigiosa sede.

La Professoressa Mosser sta dedicando tutta la settimana alle visite del circuito delle Ville Medicee per poi esprimere la propria valutazione sulla candidatura.

“Sono davvero soddisfatto di questa prestigiosa visita” commenta il Sindaco Marco Mazzanti “e sono stato comprensibilmente orgoglioso di accompagnare la Signora Mosser in questa tappa del suo lavoro. Sono ben consapevole della complessità della procedura avviata con la presentazione della candidatura all’UNESCO ma, al tempo stesso, spero vivamente che si giunga ad un esito positivo. Sarebbe certamente un riconoscimento importantissimo per il nostro territorio e per la sua valorizzazione, sia da un punto di vista culturale che turistico ed economico”

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: