Tag Archives: legalità

Approvata dal Consiglio Comunale la “Carta di Pisa”

20 Mar

Il Consiglio Comunale di Quarrata ha approvato nel corso della seduta di ieri sera l’adesione alla “Carta di Pisa”, il codice di comportamento nato su iniziativa di “Avviso Pubblico.

La “Carta di Pisa” è stata redatta negli scorsi mesi grazie al lavoro di una équipe composta da amministratori locali, funzionari della Pubblica Amministrazione, docenti universitari, ed è basata sui generali obblighi di diligenza, lealtà, onestà, trasparenza, correttezza e imparzialità dell’azione amministrativa. Costituisce un importante codice etico, per far si che gli amministratori dell’ente, nello svolgimento dei loro compiti, si conformino a specifiche regole di condotta e di comportamento, finalizzate a rafforzare la trasparenza e la legalità all’interno delle Istituzioni pubbliche.

I punti principali della carta si concentrano sull’impegno a fornire i dati relativi alle attività professionali svolte, i redditi percepiti, gli incarichi ricevuti, nonché i potenziali conflitti di interesse, come per esempio l’esistenza di preesistenti rapporti di affari, di lavoro, di parentela o convivenza con persone o organizzazioni interessate da decisioni dell’amministrazione, anche se non figuranti fra le incompatibilità previste dalla legge. Sancisce inoltre l’obbligo di non accettare regali accedenti il valore di 100 euro annui e il divieto al cumulo di incarichi.

Fra le altre cose poi si ribadisce un secco no al sostegno irregolare o non dichiarato, sia diretto che indiretto, che provenga da privati o da concessionari e gestori di servizi pubblici o da privati che abbiamo ricevuto provvedimenti dall’ente nei 5 anni precedenti per l’attività politica degli amministratori.

In più, per tutti coloro che sottoscrivono il codice, di fronte a un rinvio a giudizio o a misure di prevenzione personale e patrimoniale per reati di corruzione, concussione, mafia, estorsione, riciclaggio e traffico illecito di rifiuti, vi è l’impegno a dimettersi dal proprio mandato.

Questa la dichiarazione del Sindaco Sabrina Sergio Gori “La corruzione e l’illegalità incidono sulla credibilità dell’Italia a livello internazionale. Tutto questo provoca, oltre che un danno morale, anche un notevole danno economico facendo fuggire gli investitori esteri dal nostro paese. Occorre inoltre far ritrovare la fiducia ai cittadini, recuperando il rapporto fra la società civile e le istituzioni: molti amministratori sono onesti e da qui si deve ripartire per dare risposte in termini di trasparenza e legalità.”

Annunci

XVII edizione della “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie” – Quarrata parteciperà alla marcia prevista per il 17 marzo

9 Mar

I prossimi 16 e 17 marzo si svolgerà a Genova la XVII edizione della “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie”, promossa dall’associazione Libera e Avviso Pubblico durante la quale saranno ricordate le oltre 900 vittime innocenti delle mafie.

Il Comune di Quarrata, in collaborazione con la Provincia di Pistoia e  l’Associazione di Volontariato “Il Pozzo di Giacobbe”, metterà alcuni autobus a disposizione dei ragazzi delle scuole e di tutti coloro che sono interessati a recarsi a Genova per partecipare alla marcia prevista per sabato 17 marzo. Il corteo si riunirà alle ore 9.00 in piazza Vittoria e terminerà, dopo un percorso di circa 2 km, in piazza Caricamento – Porto Antico.

Per avere informazioni o per l’iscrizione, da effettuarsi obbligatoriamente entro mercoledì 14 marzo, telefonare ai Servizi Sociali del Comune, allo 0573 771438, oppure all’Associazione Pozzo di Giacobbe, al numero 0573 771438. Il viaggio è gratuito con partenza, da Piazza della Chiesa di Quarrata, prevista per le ore 5.45 e rientro fissato per le ore 20.00.

Il Sindaco Sabrina Sergio Gori ha dichiarato “La primavera porta con se anche questa bella manifestazione, durante la quale si fa memoria di coloro che sono morti per mano delle mafie. Ricordare serve per mettere in luce gli ideali che hanno condotto persone innocenti a perdere la loro vita, persone la cui voglia di riscatto e di speranza è stata più forte della paura. Non possono e non debbano essere solo i parenti a ricordare i loro familiari, ma tutta la società, con i suoi giovani in testa, a ribadire il proprio si alla vita, alla democrazia e alla libertà. L’Italia ha troppi misteri, troppi morti senza giustizia e noi saremo a Genova a chiedere Giustiza e Verità.”

4° Meeting della Legalità: oggi l’intitolazione della piazza al Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa alla presenza dei ragazzi delle scuole

27 Set

Prima della cerimonia, al Teatro Nazionale, l’incontro degli studenti della Scuola B. da Montemagno con alcuni rappresentanti del Comando dei Carabinieri

Questa mattina si è svolta la prima delle sette giornate del Meeting della Legalità 2011. Centro degli eventi di oggi la figura del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, morto per mano di Cosa Nostra il 3 settembre 1982 mentre ricopriva la carica di Prefetto di Palermo e che nella sua vita si è distinto per il continuo impegno nella lotta alle Brigate Rosse e alla Mafia.

Nell’incontro al Teatro Nazionale la figura di Carlo Alberto Dalla Chiesa è stata presentata ai ragazzi attraverso video e testimonianze che ne hanno raccontato la vita e i motivi della sua morte. I giovani hanno poi avuto la possibilità di confrontarsi sui vari aspetti della lotta alla criminalità con il Maggiore Vincenzo Maresca e il Comandante Salvatore Maricchiolo, intervenuti a rispondere alle domande dei ragazzi nelle vesti di rappresentanti dell’Arma. Al termine dell’incontro il nostro primo cittadino, a nome di tutta Quarrata, ha consegnato nelle mani del Maggiore Vincenzo Maresca e del Comandante Salvatore Maricchiolo delle targhe di ringraziamento per il continuo e proficuo lavoro di prevenzione e di controllo del territorio che da diversi anni ormai l’Arma svolge nella nostra città.

Alle 11.30, alla presenza di alcuni ragazzi della scuola B. da Montemagno e della cittadinanza, si è svolta la solenne cerimonia di intitolazione della strada a Carlo Alberto Dalla Chiesa alla presenza del Prefetto di Pistoia, Mauro Lubatti, e della Fanfara della Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri di Firenze. Il Prefetto è intervenuto alla cerimonia citando la nostra Carta Costituzionale e ribadendo come la lotta alla criminalità, lo Stato e il rispetto delle regole siano elementi essenziali per lo sviluppo e il benessere di tutta la nostra società. Proprio questi concetti sono stati alla base dell’operato quotidiano del Generale Dalla Chiesa, prima nella lotta al terrorismo e poi alla mafia, diventando per tutti noi modello di fermezza, responsabilità e dedizione totale al proprio incarico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: