Il Comune si costituirà in appello contro l’annullamento della gara per la realizzazione del progetto PIUSS delle piste ciclabili

21 Apr

Il TAR Toscana, con sentenza n. 778/2012 del 18/4/2012, ha annullato l’atto con cui si nominava la commissione di gara e quindi di conseguenza tutti gli atti successivi, compreso quello con qui si aggiudicava definitivamente, alla Endiasfalti S.p.A. costituita in A.T.I. con le imprese Cafissi Alvaro e Guarducci Costruzioni S.r.l., la gara di appalto dei lavori per la realizzazione dei 4 itinerari delle piste ciclabili.

La Sentenza, accogliendo il ricorso di una delle Ditte che ha partecipato alla gara, ha annullato tale atto perché uno dei membri esterni nominati a far parte della Commissione giudicatrice risulta essere il Dirigente responsabile dell’Ufficio tecnico del Genio Civile di Area Vasta di Firenze, Prato Pistoia e Arezzo che per competenza ha rilasciato il nulla osta idraulico su parte del progetto esecutivo posto a base di gara.

Premettendo che i nominativi dei membri della Commissione Giudicatrice erano noti da tempo a tutti i partecipanti alla gara, e che il membro esterno la cui presenza è stata contestata non ha preso parte attiva all’istruttoria e al rilascio del nulla osta idraulico avendo a ciò delegato alla firma il Responsabile dell’Ufficio del Genio Civile di Pistoia, l’Amministrazione ricorrerà in appello in quanto non si ravvisa la violazione dell’84 comma 4 del D.Lgs 12 aprile 2006, n. 163 relativo all’incompatibilità dei membri della Commissione.

Dei ricorsi presentati è stata ovviamente informata tempestivamente la Regione Toscana in quanto l’opera in oggetto fa parte del progetto PISS Quarrata Sarà.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: